menu

17.09.2022

SANITA'. FONDI EUROPEI PER GLI OSPEDALI DI COMUNITA'

Nove case di comunità, quattro ospedali e cinque centrali operative territoriali. Sono queste le strutture che devono portare la sanità vicino ai cittadini. Il progetto vicentino conta su un finanziamento da 55 milioni che arriva dai fondi del piano di ripresa e resilienza.
Sono i fondi europei, dopo la pandemia, a dover ridisegnare la sanità portando i servizi più vicini alle persone e andando a costruire delle strutture che in parte dovrebbero anche ridurre il disagio di chi si trova ...senza un medico di base, anche se con i soldi per ora si stanno finanziando più le strutture che la formazione di medici e infermieri che poi dovranno popolarle. Intanto però i soldi ci sono.
Con tutti questi soldi l'Ulss 8 Berica conta di poter realizzare almeno nove case di comunità che saranno collegate al cup e dove opererà una equipe multiprofessionale composta di medici di medicina generale, infermieri, specialisti e assistenti sociali. Per quanto riguarda la città di Vicenza il polo principale sarà quello di San Felice dove assieme alla casa ci sarà anche l'ospedale di comunità. Una struttura quest'ultima per ricoveri brevi e interventi sanitari a bassa intensità di cura. In provincia le case andranno in strutture già esistenti e saranno costruite ex novo solo a Longare e Camisano. IL tutto sarà coordinato dalle centrali operative territoriali, quelle che dovranno dirottare il cittadino verso la struttura più adatta e più vicina.
Il piano operativo della regione è stato varato lo scorso maggio ma la direttrice generale Giuseppina Bonavina è convinta di poter bruciare i tempi e far partire le prime case di comunità già dai primi mesi del 2024.

Servizi 17 Settembre 2022

03/03/2024 TvA Notizie

02/03/2024 TvA Notizie

01/03/2024 TvA Notizie

Telegiornali