menu

27.09.2022

SANITA’. CASE DI RIPOSO FUORI DAL DECRETO AIUTI: “VERGOGNA”

La stragrande maggioranza delle case di riposo venete e vicentine fuori dal decreto sostegni ter. Arrabbiato il presidente Volpe scrive all’ancora ministro Speranza: “L’ennesima ingiustizia di un governo che non tiene ai suoi anziani”.
L’ennesima ingiustizia. Il Presidente delle Case di Riposo del Veneto, arrabbiato, indignato prende carta e penna e scrive all’ancora ministro alla salute Speranza, dopo la pubblicazione del decreto sostegni ter che vede di fatto le rsa venete, e vicentine, abbandonate, ancora una volta, fuori, per ...la stragrande maggioranza, dai benefici economici: solo il 20% dei posti letto riceveranno questi aiuti.
Era l’ultima loro speranza, quegli aiuti per i loro anziani che tanto aspettavano le case di riposo aspettavano per non essere costretti ad aumentare le rette. Le bollette impazzite e i costi alle stelle delle materie prime stanno soffocando infatti le loro strutture e dunque l’aumento delle rette alle famiglie ora diventa sempre più realtà per riuscire a far quadrare i conti.
Serve un cambio di marcia. È quello che il presidente delle rsa venete chiede al nuovo governo. Un governo che si trova a guidare il secondo paese più vecchio al mondo – dice Volpe – non può e non deve dimenticarsi dei suoi anziani.

Servizi 27 Settembre 2022

06/12/2022 TvA Notizie 1a Edizione

05/12/2022 TvA Notizie 1a Edizione

04/12/2022 TvA Notizie 1a Edizione

03/12/2022 TvA Notizie 1a Edizione

02/12/2022 TvA Notizie 1a Edizione

01/12/2022 TvA Notizie 1a Edizione

Telegiornali