menu

14.10.2022

STRISCIONE CONTRO FONTANA, LA PROTESTA DEI DEPUTATI VENETI

Pochi minuti alla votazione di Lorenzo Fontana. Sui banchi dell'aula a Montecitorio spunta una scritta: “No a un presidente omofobo e pro Putin”. Pochi secondi a striscione spiegato poi intervengono gli assistenti parlamentari che lo rimuovono, su richiamo del presidente provvisorio, Ettore Rosato.
Una bagarre tutta veneta. Contro il leghista veronese Lorenzo Fontana, il padovano Alessandro Zan e la trevigiana Rachele Scarpa. Con loro la trentina Sara Ferrari. Il padre del ddl contro l'omofobia e le due matricole dem tengono ...lo striscione ben saldo fin quando non viene loro strappato di mano. Note le battaglie di Zan, un esordio movimentato per la neo deputata Rachele Scarpa, al suo primo giorno in aula. La più giovane parlamentare d'Italia, 25 anni, già anima le proteste. Solo pochi giorni fa era in piazza a Treviso per un sit-in contro i manifesti del movimento Pro Vita. “È stata una protesta pacifica” dice Zan “ma molto determinata per dire che non può essere eletto terza carica dello Stato chi ha costruito tutta la sua esistenza politica su parole d'odio è discriminazione”. E poi ricorda quel congresso di Verona “che ha patrocinato, e che raccolse i peggiori integralisti mondiali” conclude Zan.

Servizi 14 Ottobre 2022

07/02/2023 TG Veneto News 2a Edizione

06/02/2023 TG Veneto News 2a Edizione

04/02/2023 TG Veneto News 2a Edizione

03/02/2023 TG Veneto News 2a Edizione

02/02/2023 TG Veneto News 2a Edizione

01/02/2023 TG Veneto News 2a Edizione

Telegiornali