menu

05.10.2022

I GIOVANI: “PAGATECI DI PIU', TEMPI CAMBIATI”

Happy hour. Bar e locali affollati dal popolo della notte. Giovani e giovanissimi che, tra uno spritz e un bocconcino, mal digeriscono la definizione di generazione perdigiorno.
Un'indagine di Unioncamere ha tracciato l'identikit del giovane disoccupato veneto. Il divertimento viene prima del posto fisso, per nulla al mondo si rinuncerebbe agli amici, anche a costo di non avere un lavoro. Stipendio che però vale di più di famiglia e amore.
Quasi un giovane veneto su due, il quarantacinque per cento, ...sogna di fare l'imprenditore. Il trentatré per cento vede il titolare d'azienda come una persona interessata solo a fare sempre più soldi. Il trentasei per cento ha paura di essere sfruttato. E poi c'è quel cinquantasei per cento, più di uno su due, che considera il lavoro come un incombenza necessaria che limita il tempo dedicato alla vita privata.
Le aziende in cerca di dipendenti denunciano poche se non rare candidature da parte dei giovani. “Arrivano più curriculum da gente prossima alla pensione” - si sfogano. “I ragazzi disoccupati preferiscono il reddito di cittadinanza”.
Il quarantuno per cento del campione intervistato considera il trattamento economico l'aspetto più attraente di una proposta di lavoro. Ma solo il tredici per cento lavorerebbe in una piccola azienda, cuore del Veneto.

Servizi 05 Ottobre 2022

04/12/2022 TG Veneto News 2a Edizione

03/12/2022 TG Veneto News 2a Edizione

02/12/2022 TG Veneto News 2a Edizione

01/12/2022 TG Veneto News 2a Edizione

Telegiornali