menu

16.04.2022

ADESIVI NO VAX SULLE VETRINE, SCATTANO LE INDAGINI

Sono arrivati ad alzare le saracinesche del loro negozio, del loro bar, della loro bottega. E si sono trovati un messaggio in vetrina, inequivocabile. Un adesivo che parla di razzismo sanitario, che equipara i negozianti a nazisti piegati al potere dello Stato. E sono già partite le indagini, a tutto campo, della Digos. Il messaggio è stato affisso alle vetrine di alcuni negozi e locali di Treviso, firmato da una forza di lotta non violenta – come sottolineato dal carattere ...in grassetto – per la difesa della libertà e dei diritti.
Nonostante le restrizioni stiamo allentando la presa, continuano i raid da parte dei movimenti "no vax" e "no green pass". Sugli adesivi anche svastiche e la classica W cerchiata, simbolo dei gruppi no vax che nei mesi scorsi, sempre in provincia di Treviso, si sono resi protagonisti di diversi atti vandalici, soprattutto con scritte nei pressi di istituti scolastici. L'episodio è stato segnalato alla Digos della Questura di Treviso che ha aperto un'indagine. Le telecamere di videosorveglianza, disseminate su tutto il territorio, pubbliche e private, potrebbero dare un nome ed un volto ai malviventi.

Servizi 16 Aprile 2022

05/12/2022 TG Veneto News 1a Edizione

04/12/2022 TG Veneto News 1a Edizione

03/12/2022 TG Veneto News 1a Edizione

02/12/2022 TG Veneto News 1a Edizione

01/12/2022 TG Veneto News 1a Edizione

Telegiornali