menu

12.04.2024

PRANZANO, NON PAGANO E AGGREDISCONO LA TITOLARE: ARRESTATI

Hanno consumato regolarmente il loro pranzo ma al momento di andare alla cassa, invece di pagare, hanno rubato le chiavi della trattoria e si sono dati alla fuga, aggredendo la titolare. E' accaduto a Carmignano di Brenta dove sono finiti in manette due 37enni, un uomo di nazionalità marocchina e una donna vicentina, entrambi senza fissa dimora e già noti alle forze dell’ordine, arrestati in flagranza di reato, per rapina e resistenza a pubblico ufficiale. I due sono stati fermati ...dai carabinieri mentre tentavano di salire su un treno alla stazione di carmignano.

URTATO DA UN'AUTO E SBALZATO A TERRA, GRAVE MOTICICLISTA
E' ricoverato al Ca' Foncello di Treviso, dov'è stato elitrasportato in codice rosso, un 34nne residente ad Altivole rimasto coinvolto questa mattina in un incidente stradale tra Asolo e Castelcucco. L'uomo viaggiava in sella alla sua moto, diretto al lavoro, quando è stato urtato accidentalmente da un'auto. Un urto violento che l'ha sbalzato lontano di alcuni metri. Soccorso dai sanitari di pedemontana emergenza il 34enne è stato stabilizzato e valutato in loco con apparecchiature di ultima generazione prima di essere trasferito in volo al Ca' Foncello con una ferita e una sospetta frattura a un piede e un trauma contusivo al fianco. Il 34enne non sarebbe in pericolo di vita.

SOFFOCO' LA COMPAGNA, CHIESTI 400MILA EURO DI RISARCIMENTO
Processo in tempi record per Youssef Moulay Mahid, il 49enne di origine marocchina, reo confesso dell'omicidio della compagna Liliana Cojita, 56enne romena, soffocata con un cuscino il 20 settembre dello scorso anno nel loro appartamento di Tombolo. Il processo in corte d'assise si concluderà entro il prossimo giugno quando il tribunale si esprimerà sulle responsabilità del 49enne accusato di omicidio volontario con l'aggravante della relazione sentimentale. All'udienza di ieri ha preso parte anche la figlia della vittima che risiede anch'essa in alta padovana, che si è costituita parte civile, reclamando un risarcimento per i danni morali di 400 mila euro.

PROCESSO ALLA “GANG DEI GIUSTIZIERI”, RISCHIANO 13 ANNI DI CARCERE
Rischiano 13 anni e due mesi di carcere, un 18enne ed un 19enne residenti nella castellana, componenti di quella che è stata ribattezzata la “gang dei giustizieri”, accusata di aver sequestrato e rapinato alcuni uomini omosessuali dopo averli adescati sul web fingendosi minorenni. Stando a quando ricostruito, le rapine messe in atto dai due giovani assieme ad un 15enne, ora processato dal tribunale dei minori, avevano fruttato loro oltre 7mila euro.

Servizi 12 Aprile 2024

24/05/2024 Bassano Notizie

23/05/2024 Bassano Notizie

22/05/2024 Bassano Notizie

21/05/2024 Bassano Notizie

20/05/2024 Bassano Notizie

19/05/2024 Bassano Notizie

18/05/2024 Bassano Notizie

17/05/2024 Bassano Notizie

16/05/2024 Bassano Notizie

15/05/2024 Bassano Notizie

14/05/2024 Bassano Notizie

13/05/2024 Bassano Notizie

11/05/2024 Bassano Notizie

10/05/2024 Bassano Notizie

09/05/2024 Bassano Notizie

08/05/2024 Bassano Notizie

07/05/2024 Bassano Notizie

06/05/2024 Bassano Notizie

05/05/2024 Bassano Notizie

04/05/2024 Bassano Notizie

03/05/2024 Bassano Notizie

02/05/2024 Bassano Notizie

01/05/2024 Bassano Notizie

Telegiornali