menu

22.02.2024

CASSOLA. ADDIO A STEFANO GHELLER, PALADINO DELLA BATTAGLIA SUL FINE VITA

Si è spento oggi pomeriggio all’ospedale San Bassiano Stefano Gheller il paladino della battaglia per il fine vita in Veneto. Da settimane il 51enne era ricoverato al San Bassiano. In una nota l’ulss 7 Pedemontana spiega che Stefano Gheller è deceduto in seguito a complicanze sopraggiunte alla patologia che ne aveva determinato il ricovero. È stato assistito dall’equipe di Cure Palliative che si è adoperata per ridurre la sua condizione di sofferenza. Lunedì 11 dicembre Stefano Gheller era stato ricoverato ...nel reparto di pneumologia del San Bassiano per una polmonite subentrata in seguito al covid. Dopo 20 giorni era stato dimesso perché le sue condizioni erano migliorate. Il 18 gennaio un nuovo ricovero, sempre in pneumologia. Stefano Gheller aveva già confermato la volontà di non essere sottoposto a terapie invasive quindi ha rifiutato il ricovero in rianimazione. La situazione del 51enne è peggiorata lentamente fino a precipitare nel fine settimana.
Accanto a lui la sorella Cristina, affetta dalla stessa patologia di Stefano e Ornella, l’amica di una vita che non l’hanno lasciato un attimo. Stefano Gheller è stato il primo cittadino Veneto a chiedere a un’azienda sanitaria di avviare l’iter burocratico che gli aveva permesso di ricorrere alla morte volontaria medicalmente assistita. A marzo del 2022 aveva preso la sua decisione e aiutato dall’associazione Luca Coscioni aveva avviato le pratiche. Gheller era affetto da una grave forma di distrofia muscolare, a 15 anni fu costretto alla sedia a rotelle per l’aggravarsi della sua malattia e da 20 anni era costretto ad utilizzare un respiratore artificiale. Nonostante le difficoltà a luglio aveva formalizzato all’Ulss 7 la richiesta di suicidio medicalmente assistito. A settembre l’azienda sanitaria aveva accolto la sua richiesta. Quando le sue sofferenze fossero diventate impossibili avrebbe potuto mettere fine alla sua vita. Aveva reagito così quando aveva ottenuto la sua vittoria.
Dopo la sua decisione erano state molte le persone che avevano deciso di andare a trovarlo, dai vescovi del territorio, a Marco Cappato fino alla visita del presidente della Regione Luca Zaia che proprio a Gheller aveva chiesto aiuto per la creazione sulle coste venete di una spiaggia accessibile anche ai disabili gravi e gravissimi. Questa la sua ultima intervista, sabato 17 gennaio, il giorno prima del suo ultimo ricovero. Quel giorno aveva commentato il voto in Consiglio Regionale sul fine vita.

Servizi 22 Febbraio 2024

12/04/2024 Bassano Notizie

11/04/2024 Bassano Notizie

10/04/2024 Bassano Notizie

09/04/2024 Bassano Notizie

08/04/2024 Bassano Notizie

07/04/2024 Bassano Notizie

06/04/2024 Bassano Notizie

05/04/2024 Bassano Notizie

04/04/2024 Bassano Notizie

03/04/2024 Bassano Notizie

02/04/2024 Bassano Notizie

01/04/2024 Bassano Notizie

Telegiornali