menu

17.05.2023

BAXI CHIEDE PIU’ SPAZIO: IN BALLO 700 POSTI DI LAVORO

La politica bassanese deve esprimersi sulla questione dell’area produttiva di San Lazzaro e lo deve fare al più presto. E’ chiaro il messaggio dell’amministratore delegato della Baxi Alberto Favero alla giunta, attraverso una lettera inviata a sindaco, assessori e consiglieri. Entro fine maggio la multinazionale deve sapere se potrà continuare la produzione delle caldaie a energia elettrica a Bassano, trovando nuovo spazio per le linee produttive, o se dovrà spostare parte della produzione all’estero.
Sull’area produttiva di San Lazzaro è ...solo la politica che dovrà esprimersi, poi l’iter tecnico potrà continuare con i tempi stabiliti dalla legge. Ma l’azienda ha bisogno di conoscere l’indirizzo dell’amministrazione e delle minoranze, magari attraverso la convocazione immediata di un consiglio comunale straordinario.
A settembre del 2029 la commissione europea ha fissato lo stop della produzione di caldaie a gas. Quel prodotto potrebbe essere venduto esclusivamente ai mercati extraeuropei. Per poter predisporre la produzione di pompe di calore e caldaie ibride per quella data la Baxi ha bisogno di un ampliamento del complesso produttivo individuato nel vicino stabilimento ex Iar ora dell’azienda Pengo.
Le conseguenze di un mancato investimento in pompe di calore porterebbe alla riduzione degli organici. Attualmente sono 2mila i lavoratori della Baxi e di tutto l’indotto. Nel giro di 3 anni si potrebbero perdere 700 addetti.

Servizi 17 Maggio 2023

17/07/2024 Bassano Notizie

16/07/2024 Bassano Notizie

15/07/2024 Bassano Notizie

14/07/2024 Bassano Notizie

13/07/2024 Bassano Notizie

12/07/2024 Bassano Notizie

11/07/2024 Bassano Notizie

10/07/2024 Bassano Notizie

09/07/2024 Bassano Notizie

08/07/2024 Bassano Notizie

07/07/2024 Bassano Notizie

06/07/2024 Bassano Notizie

05/07/2024 Bassano Notizie

04/07/2024 Bassano Notizie

03/07/2024 Bassano Notizie

02/07/2024 Bassano Notizie

01/07/2024 Bassano Notizie

Telegiornali