menu

01.11.2022

LA SVOLTA. I SANITARI NO VAX TORNANO IN CORSIA

Sono più di 600 in tutto il Veneto, di cui 62 solo nell’ulss 7 Pedemontana i sanitari no vax che possono tornare a indossare il camice e rientrare in servizio. Il Governo ha anticipato ad oggi la scadenza dell’obbligo di vaccinazione: obbligo che doveva decadere a fine anno.
Il sindacato dei medici Anaao Assomed chiede però delle limitazioni al loro reintegro, non devono cioè lavorare nei reparti con pazienti fragili.
L’obbligo delle mascherine è stato prorogato fino al 31 ...dicembre. «Una scelta di buon senso», l’ha definita il Governatore del Veneto Luca Zaia, che era pronto a firmare un’ordinanza per prolungare l’obbligo di mascherina nelle strutture sanitarie se non l’avesse fatto il governo. Ora però secondo il sindacato Nursind ci vuole un cambio di rotta complessivo. Partendo dalle regole di isolamento con cui vengono trattati i casi Covid, uguali a quelle del 2020. Ora rispetto a due anni fa i positivi sono dieci volte di più. E per quanto riguarda la quarantena, i 5 giorni sono una pura follia che ha prodotto più lavoro per gli ospedali e false speranze per i pazienti.

Servizi 01 Novembre 2022

01/02/2023 Bassano Notizie

Telegiornali