menu

28.10.2022

ACQUA. CONSORZIO A SECCO: “PAGHERANNO GLI UTENTI”

3.200.000 euro di deficit che il Consorzio di bonifica Brenta non riesce a riassorbire. A pesare sul bilancio dell’ente che riunisce 53 comuni delle province di Vicenza, Padova e Treviso i 700mila euro di mancati introiti dalla produzione dell’energia idroelettrica, ma il vero macigno che pesa sul consorzio sono i 5 milioni di euro di costo dell’energia per gli impianti di bonifica e irrigazione.
Il rischio: un contributo in più da versare per gli agricoltori che utilizzano il sistema di ...pompaggio fornito dal consorzio per irrigare. Ma tutto questo forse non basterà a evitare che il fornitore spenga gli impianti a causa del mancato pagamento delle bollette. E le conseguenze potrebbero essere devastanti. Gli impianti idrovori a tutela della sicurezza idraulica della zona con l’intensificarsi degli eventi piovosi potrebbero essere fuori servizio.
Il presidente del consorzio che gestisce l’intero comprensorio, abitato da circa 300mila persone, si rivolge alla politica. La situazione è di emergenza e la siccità che continua ad abbattersi nel territorio è una piaga che aumenta il deficit delle casse del consorzio.

Servizi 28 Ottobre 2022

07/02/2023 Bassano Notizie

06/02/2023 Bassano Notizie

05/02/2023 Bassano Notizie

04/02/2023 Bassano Notizie

03/02/2023 Bassano Notizie

02/02/2023 Bassano Notizie

01/02/2023 Bassano Notizie

Telegiornali