menu

03.10.2022

IL LUTTO. ADDIO A PIETRO FABRIS, UNA VITA PER BASSANO

Per tutti i bassanesi era il “Senatore”, ma per Bassano Pietro Fabris era molto di più. Il sindaco che guidò la città per quasi 8 anni, da fine 1967 al luglio ’75. Il pilastro della politica locale, quando il peso di Bassano in Veneto cresceva fino a riaccendere il sogno di ergersi a provincia. La memoria storica di un’intera comunità, coltivata nel ruolo di Presidente del Comitato per la storia di Bassano.
Il Senatore se n’è andato alle soglie degli ...88 anni, nella sua casa a pochi passi dal centro, circondato dall’affetto della moglie Rossella e dei figli Maria Elena, Antonella, Francesca e Luigi. Fino all’ultimo, ha continuato a dispensare consigli, stimoli, ricordi.
Un anno fa esatto, Piero Fabris era in platea alla cerimonia ufficiale per la rinascita del Ponte. Quel Ponte che lui stesso inaugurò dopo un altro restauro, post-alluvione del ’66. Dal municipio, il cursus honorum nella Democrazia Cristiana lo portò prima in Regione come consigliere e assessore, poi a Palazzo Madama, dove visse la fine della Prima Repubblica passando al Partito Popolare e infine al Cdu.
Chiusa l’esperienza in Parlamento, mise a disposizione tutta la sua passione e l’esperienza accumulata, alla guida delle case di riposo e in molte altre vesti.
Nella sua ultima intervista, disse che della “vecchia” politica gli mancava soprattutto la concezione del sacrificio come rinuncia individuale in nome di un bene comune e superiore.

Servizi 03 Ottobre 2022

04/12/2022 Bassano Notizie

03/12/2022 Bassano Notizie

02/12/2022 Bassano Notizie

01/12/2022 Bassano Notizie

Telegiornali