menu

02.08.2022

MAROSTICA. “L’ASSASSINA NON SI PUO’ CONDANNARE”

Perizia psichiatrica sulla donna che ha accoltellato a morte la coinquilina a Marostica. La donna secondo i medici non si può condannare perché incapace di intendere e volere. Lisa Paiaro Bernato non si può condannare. Quando lo scorso 24 aprile ha accoltellato la sua coinquilina era incapace di intendere e volere. E’ questo l’esito della visita psichiatrica sullo stato della 53enne da oltre tre mesi in carcere a Montorio Veronese. In un appartamento di Marostica la donna ha ...ucciso Maria Cristina Cavedon, 52 anni. Ci stava pensando da un mese al delitto, avrebbe detto l’assassina agli inquirenti, perché la maltrattava e la minacciava. Lisa Paiaro Bernato in quell’appartamento stava concludendo il suo percorso che l’avrebbe portata al reinserimento in società. Ma la convivenza con la coinquilina non era facile. In quel periodo la 53enne veneziana era in balia di un delirio paranoico ossessivo dovuto alla sua schizofrenia che si stava riacutizzando. Quella domenica mattina la donna ha acquistato un coltello in un negozio e dopo pranzo, quando lei e la vittima sono rimaste sole l’ha accoltellata in corridoio. La donna sarebbe comunque capace di stare in giudizio quindi di affrontare un processo, anche se alla luce della perizia psichiatrica l’esito sarebbe scontato. La 53enne è stata giudicata dagli psicologi come una persona socialmente pericolosa e nell’incidente probatorio è stato evidenziato come sia incompatibile con il regime carcerario. Il suo legale ha rinnovato la richiesta di revoca della misura carceraria e ora sarà il giudice a pronunciarsi in merito.

Servizi 02 Agosto 2022

04/10/2022 Bassano Notizie

03/10/2022 L'EDIZIONE DI TVA BASSANO NOTIZIE DI LUNEDI' 3 OTTOBRE 2022

02/10/2022 Bassano Notizie

01/10/2022 Bassano Notizie

Telegiornali