• Home 
  • / Commenti 

Commenti

13/06/2018 LAB. 478
Complimenti per il servizio di Bolzano Vicentino sulla bambina disabile e le barriere architettoniche. Ritengo che sarebbe stato opportuno una intervista al sindaco che deve garantire i diritti a tutti i cittadini. Purtroppo a Bolzano ma in generale in Italia, quando i disagi interessano poche persone e non portano ad introiti economici difficilmente vengono ascoltati, se non con promesse e promesse. Cordiali saluti.
26/05/2018 Luciano.zanini.5mkz@
Complimenti a Formaggio per la coinvolgente telecronaca del Vicenza
21/04/2018 Ceslo Mattellini
Apprezzo la pubblicità a favore dell’UNICEF, che si riferisce all’offerta di una orchidea alla persona che contribuisce per aiutare il lavoro a favore dei bambini non accompagnati. Ora che le circostanze mi hanno fatto avvicinare maggiormente al lavoro dell’UNICEF, trovo molto lodevole quanto si fa per appoggiare l’opera dell’UNICEF. Credo che la prima orchidea deve essere offerta proprio ai collaboratori di codesta televisione. Celso Mattellini
14/04/2018 Ugo
Spettabile TVA Vicenza Racconto quello che mi è avvenuto oggi e mi domando se il ‘mitico Nordest’ esista o non sia forse un’allucinazione collettiva. Devo rinnovare il passaporto della figlia minorenne. Il sito della Polizia di stato riporta quanto segue per la questura di Vicenza, Ufficio passaporti: lunedì 9.00 – 11.00 accesso libero fino a 70 ingressi; martedì 9.00 – 11.00 accesso solo previo appuntamento on line mercoledì 9.00 – 11.00 accesso libero fino a 70 ingressi giovedì 9.00 – 11.00 e 15.00 – 16.00 accesso solo previo appuntamento on line venerdì 9.00 – 11.00 accesso libero fino a 70 ingressi Di fatto l’appuntamento online non è disponibile, bisogna presentare tutta la documentazione di persona. Oggi, Venerdì 13 aprile, alle 7 del mattino mi presento ai cancelli della questura in Viale Mazzini, sono il 13° in coda. Il primo dice di essere lì da prima delle 6. Ho detto a mia faglia di raggiungermi alle 8:50 così che possiamo entrare insieme. La coda si allunga e si ingrossa considerevolmente, un serpentone multietnico e multilinguistico, che invade a volte la strada: non ci sono parapetti per incolonnare le persone o per proteggerle dal traffico automobilistico di Viale Mazzini, non ci sono tettoie per proteggere dalla pioggia o dal sole chi aspetta per ore. Si sta là, in piedi, litigando con chi cerca di fare il furbo e di saltare la coda. Si ride e si scherza. Il 12° della coda è un indiano che ha ottenuto il passaporto italiano, grande esperto di questure e permessi, 20 anni di code in varie parti d’Italia, molta pioggia, molto sole, ma anche tettoie e parapetti. Mi dice che per fortuna le pratiche in India le può fare on-line!! Inaspettatamente alle 8:30 vengono aperti i cancelli, al funzionario che mi chiede il motivo della mia presenza rispondo che devo rinnovare il passaporto della figlia minorenne. Il funzionario allora mi dice che in assenza di mia figlia non può farmi passare. Finalmente verso le 8:45 dopo che mia figlia è arrivata, sono ammesso in un’altra stanza, per la quale mi è stato dato il numero d’ordine 59. La cosa che mi stupisce è che nel frattempo non sono stati aperti gli sportelli, così io e mia figlia siamo stati retrocessi di 46 posti senza alcun motivo. Pazienza!! Alle 9 precise aprono gli sportelli, bene mi dico, farò in tempo a presentare la domanda e a recarmi al lavoro per le 14, proprio non posso mancare al lavoro e devo andare a Padova. Le operazioni procedono ragionevolmente spedite fino a quando, all’improvviso, salta la corrente. Rimaniamo al buio, si spegne il contatore luminoso che misura quante domande devono essere presentate prima che io possa finalmente presentare la mia. E’ un’interruzione di poco conto, due tre minuti e la luce ritorna e con essa le domande tornano ad essere presentate e il contatore luminoso si avvicina, passo dopo passo, al fatidico 59. Poi, come un fulmine, la catastrofe, l’indicatore luminoso si ferma sul 48 e non si muove per troppi minuti. Mi avvicino agli sportelli e noto che, con un certo nervosismo, i funzionari della questura armeggiano attorno ai computer. Non dicono nulla a noi, ma non ci vuole molto a capire che qualcosa non funziona. Si rincorrono voci: ‘ è un problema nazionale’, dice qualcuno; ‘ adesso si riattiva il sistema’, dice qualcun altro. Ma nulla riesce a schiodare il 48 dall’indicatore luminoso. Un altro straniero, non ricordo se indonesiano o tailandese, ci dice che anche da loro molta burocrazia e sbrigata via internet, sarà vero? … Qualche vicentino, nell’amato dialetto, commenta con parole irripetibili le lungaggini e le lentezze che nessuno si cura di spiegare a chi dalle 7 della mattina è lì e spera di non dover perdere un’altra mezza giornata di lavoro per presentare una domanda di passaporto, che potrebbe comunque essere facilmente respinta perché la fotocopia del documento di identità porta una firma che, a discrezione del funzionario, non assomiglia a quella del documento stesso. Alle 12:20 me ne vado dalla questura, con mia figlia, senza sapere perché il sistema si è ‘piantato’ e senza aver potuto presentare la domanda per il passaporto. Mia figlia ha perso un giorno di scuola, io mezzo di lavoro. In cinque ore e venti non ho combinato nulla. Mi domando: perché non funziona la modalità di prenotazione on line per i passaporti? Spero almeno la scuola di mia figlia sarà comprensiva con le sue assenze, arrivederci a venerdì prossimo. Cordiali saluti, Ugo Galvanetto
18/03/2018 luciano
Carissimo Direttore, capisco che la pubblicita' e' assolutamente necessaria a TVA, ma ci vuole anche una certa discrezione. Da settimana e soprattutto nelle ore di maggiore ascolto stiamo assistendo ad una programmazione pubblicitaria riguardante materassi, veicoli elettrici ed altro soprattutto dalle 17 in poi. Tutto cio' finisce per stancare I videoascoltatori I quali cambiano canale. Vi sono programmi sulla cultura, gastronomia e agricoltura che sarebbero ben piu' graditi mentre aspettiamo I vari telegiornali. Grazie e cordiali saluti. Luciano Gonella
1  2  3  4  5  6  7  8  9  10   >>  

stampa pagina segnala pagina